Come semplificarsi la vita scegliendo le cose essenziali.

Riuscire a fare tante cose non sempre significa fare qualcosa di significativo.

Quando le cose da fare diventano troppe e ti accorgi che non stai ottenendo i risultati che speravi fermati e rifletti.

Mettere limiti, identificare le cose indispensabili ed eliminare quello che non è essenziale sono le chiavi per essere più produttivi. E più liberi.

 

In un mondo in cui abbiamo a portata di mano tutto quello che desideriamo e anche di più, tutto è spesso troppo. Troppi appuntamenti, troppi libri da leggere, troppi viaggi da fare, troppi progetti da seguire. Troppe cose da comprare. Troppe cose da fare. 

Inoltre, e non è affatto divertente, anche quando riusciamo a fare tutto, sentendoci, diciamo la verità, wonderwoman o supereroi dello spazio, quello che riusciamo a portare a termine non è mai abbastanza rispetto a quello che potremmo o dovremmo fare. Così ci ritroviamo giorno dopo giorno con una lista ancora più lunga e un grande senso di frustrazione sulle spalle.

Tristemente, riuscire a fare tante cose non significa per forza che tu stia facendo qualcosa di significativo, anzi spesso succede il contrario. E con ogni probabilità, neanche che tu le stia facendo tutte bene.

Davanti al troppo che avanza allora, come possiamo intervenire? Qual è la chiave per imparare a fare focus sulle cose davvero importanti, quelle che avranno un impatto a lungo termine, che cambieranno il nostro lavoro, la nostra vita, la nostra carriera?

Semplificare vuol dire eliminare

Può sembrarti duro, ma non esiste semplificazione senza eliminare qualcosa. Se davvero vuoi iniziare a semplificarti la vita devi imparare a togliere il superfluo, quello che non è indispensabile. Anche se, come dicevamo in questo post, è proprio saper scegliere cosa è essenziale e cosa non lo è la parte più difficile dell’impresa.

Se hai deciso di semplificarti la vita cominciando a eliminare, ti potrebbe aiutare scrivere la lista delle cose a cui non sei disposto a rinunciare. Vedere nero su bianco quello che per te è indispensabile è già un ottimo metodo per darti delle regole e chiarirti le idee.

Immagina per esempio di avere un budget limitato per le tue spese personali ogni mese. Scegliere consapevolmente a cosa destinarlo dandoti delle priorità ti aiuta stabilire come spendere i tuoi soldi sentendoti meno frustrato per quello che non puoi fare. Lo stesso vale con le attività del tuo blog, con il poco tempo libero che hai, e così via.

Se poi sei stato bravo e hai imparato questa lezione, potresti essere stato tu stesso a importi di mettere dei limiti, per esempio ai progetti o alle attività da seguire o alle ore o giornate da dedicare al lavoro.

Alcune domande utili per scegliere l’essenziale e semplificarsi la vita.

Quando ti trovi a dover scegliere davanti a due o più cose (ricordati che la vera scelta la compi quando hai tre alternative davanti, due opzioni servono più a rafforzare un dubbio che a darti la possibilità di scegliere) prova a chiederti:

  1. Quali sono i miei valori, cioè cosa ha più valore per me in questo momento?
  2. Quali sono le cose a cui tengo di più in questo periodo?
  3. Quali sono i miei obiettivi? 
  4. Cosa voglio ottenere nella vita? E il prossimo anno, il prossimo mese? Oggi?
  5. Quali sono le cose, le attività, le persone che amo di più?
  6. Che cos’è più importante per me (non cosa gli altri pensano sia importante per te)?
  7. Quale fra queste scelte avrà un maggior impatto? Pensa per esempio alla tua lista di progetti e attività. Dovendo scegliere, quale farà la differenza nella tua vita o nella tua carriera?
  8. Quale avrà il maggior valore a lungo termine? 
  9. Ne ho bisogno o semplicemente lo desidero? Questa domanda è particolarmente calzante per le spese da affrontare, ma anche per le tante attività che riempiono la tua giornata, a volte senza rispondere a un reale bisogno.

Rispondere a queste domande ti è utile per qualsiasi area della tua vita. Dalla lista di attività a cui dedicarti nel tempo libero, alle e-mail a cui risponderai oggi alle cose che sceglierai di tenere sulla tua scrivania e nella tua casa, scegliere quello che è essenziale ti aiuterà a sentirti subito più leggero.

Puoi applicare queste domande ogni volta che:

  • Pensi ai tuoi impegni quotidiani
  • Pensi agli obiettivi che ti sei prefissato 
  • Guardi la lista con le attività e i tuoi progetti di lavoro
  • Scegli le mail a cui rispondere o quelle che potrai leggere (tanto lo sappiamo che saranno milioni)
  • Decidi come spendere i tuoi soldi
  • Elimini le cose che intasano la tua casa o il tuo ufficio senza portarti nessuna utilità
  • Dediche del tempo a rivedere le tue liste infinite, perché scegliere e semplificare sono degli step che si ripetono con regolarità
  • apri il tuo armadio e non sai cosa metterti finendo per scegliere sempre le stesse cose

Ora che hai passato al setaccio i tuoi impegni, progetti e desideri, dovrebbe essere diventato più semplice stabilire quali sono davvero indispensabili, e focalizzarti su di essi, eliminando tutto il resto.

Ma cosa si fa con le cose che restano fuori dalla lista e come imparare a focalizzarsi sulle cose essenziali? Ne parleremo presto in un prossimo post in cui capiremo su cosa e come fare focus per essere più produttivi.

A proposito, se vuoi semplificare il modo in cui ricevere gli aggiornamenti del blog e di tutte gli altri appuntamenti con il coaching non dimenticarti di iscriverti a sketchbook, la newsletter che scrivo alla fine di ogni mese solo se ho qualcosa di interessante da condividere.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *